Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

AVCP - gare e contratti

Amministrazione trasparente

fondi strtturali

 

 Logo Alterfake

 iso 9000

 

Collegio dei docenti sulla buona scuola

Il Collegio dei Docenti dell’Istituto Volta avverte l’obbligo professionale di esprimere il proprio disaccordo e di manifestare il proprio sconcerto, dal punto di vista didattico-educativo, culturale e civile, per il disegno di legge detto della ‘buona scuola’, che risulta molto distante, nella sua ispirazione e nel suo impianto globale, dall’autentica esigenza di miglioramento della scuola attuale, già buona per la buona volontà e lo spirito di sacrificio dei docenti e del personale A.T.A..

Constata esterrefatto che l’attuazione di punti rilevantissimi del disegno di legge è delegata, pressoché in bianco, alla discrezionalità del potere esecutivo.

Reputa fuorviante l’uso, frequente sui media, del termine ‘autonomia’ per indicare il rafforzamento delle prerogative dei Dirigenti Scolastici e la presenza di finanziatori privati -in tendenziale conflitto con la libertà d’insegnamento, costituzionalmente garantita- nella gestione complessiva della scuola.

Considera le prove INVALSI estranee all’obiettivo di formare persone dotate di senso critico e non persone addestrate a comportamenti standardizzati e dunque non significativi culturalmente.

Rifiuta con forza l’idea che la disoccupazione giovanile dipenda dall’attuale sistema educativo e che la soluzione consista nell’alternanza scuola-lavoro e ribadisce piuttosto che il ruolo fondamentale della scuola pubblica debba rimanere la formazione di persone che, al termine dell’intero ciclo scolastico, sappiano scegliere consapevolmente l’ambito lavorativo in cui mettere a frutto conoscenze e competenze acquisite e realizzare attitudini e inclinazioni personali.

Chiede la doverosa rapida assunzione dei precari, da non barattarsi con l’approvazione di una normativa i cui danni per le future generazioni appaiono a questo Collegio irreparabili e incalcolabili.

Sa bene infatti che la scuola va migliorata e valorizzata, ma non crede che il cambiamento sia di per sé positivo, quando non è orientato nel giusto senso. Noi ci sentiamo una comunità educante ispirata alla collegialità e alla cooperazione per il bene comune, crediamo nei valori della solidarietà, del rispetto reciproco, della dignità, della libertà e per questo respingiamo il Ddl 2994, che va ritirato.

Crede inoltre sia fondamentale iniziare tutti una riflessione sulla scuola che vogliamo a partire da questi valori, per vivere e lavorare  meglio fin da ora, per immaginare e creare una scuola migliore, accogliente e per tutti.

Invita perciò con convinzione le forze politiche, le organizzazioni sindacali, i movimenti della società civile, l’opinione pubblica ad individuare, nell’ambito di competenza e nel rispetto della legge, tutte le modalità idonee, appropriate, efficaci per evitare una trasformazione della scuola pericolosamente imminente.

Chiede quindi il ritiro del disegno di legge.

 

Approvato dal Collegio dei Docenti dell’IISS Volta (Palermo) il 21 maggio 2015

Web Master

Prof. D. N. Messineo
Sei qui: Home Personale Albo RSU Collegio dei docenti sulla buona scuola